THE “HOT” SEASON

6195_10151466980020636_984380357_nCi inoltriamo finalmente nel periodo “caldo” dell’anno, non tanto per le temperature quanto per la ricchezza di appuntamenti offerta dai mesi autunnali.

Si perde il conto delle ore trascorse al volante e dei chilometri così macinati. Ma andiamo con ordine.

Oltre i vari appuntamenti e manifestazioni a cui ho partecipato sono riuscito a dedicare qualche fine settimana alla roccia per spellarmi le dita e chiudere i conti con qualche via.

A fine settembre ho fatto ritorno alla falesia di Nago per salire l’ultimo progetto che rimaneva inconcluso: Mangusta, 8c. Dopo aver posizionato i rinvii risolvo subito questa bellissima linea di forza/resistenza made Rolando Larcher.

ffn2Il week-end successivo invece sono impegnato nella stupenda manifestazione di “Finale for Nepal”, insieme al mio sponsor La Sportiva. Nella prima giornata si è svolto il boulder contest una gara boulder ad autocertificazione. Concludo la competizione al primo posto, chiudendo la finale, tracciata da Mr Christian Core, al primo tentativo.

Il giorno successivo non c’è tempo per rilassarsi perché è il momento della Climbing Marathon, una gara a coppie in falesia. Vi partecipo insieme all’amico Simone Raina. Arriviamo in falesia ovviamente ben oltre l’orario di inizio dell’evento ma in poche ore maciniamo un bel po’ di tiri. Mi aggiudico anche la salita al secondo tentativo di Cucco in alto, un affascinante 8b su di una prua strapiombante. Simo ed io alla fine, grazie alle vie che abbiamo salito, ci aggiudichiamo il secondo posto della categoria Top.

Nel pomeriggio, in un’ampia sala gremita di gente, presento il film “NoSiestaSpainTrip”, questa volta non accompagnato dal mio amico e compagno d’avventure Gabriele Moroni. finale for nepalPubblico attento e curioso; infatti, dopo la proiezione, numerose sono state le domande, il che mi ha permesso di sviluppare diversi argomenti. Una manifestazione ben riuscita che ha saputo creare un sereno clima di festa…grande Finale!!!

foto Vertical Eye

foto Vertical Eye

Neanche il tempo di respirare e ci si rimette in moto. Infatti, il giorno successivo, si parte alla volta del Kalymnos Climbing Festival. La manifestazione, organizzata da The North Face, si articola in più giornate con la Project Competition e la Climbing Marathon. Nella prima, dove ho partecipato anche io, si sono confrontati alcuni tra i più forti scalatori al mondo. Dopo i due giorni di gara concludo con due vie salite. Meeting vinto dal sorprendente Alex Megos che in poche ore chiude tutte le linee con incredibile disinvoltura. Alla sera del sabato grande festa con tanto di tuffi inaspettati in piscina per concludere in bellezza l’evento marchiato The North Face. I giorni successivi, oltre a recuperare un po’ le forze con relax, sole e mare, visitiamo qualche settore dell’isola. Mi porto a casa così l’8b delicato di Indi Watana e l’8b+ boulderoso di Nadir.

foto Matteo Mocellin

foto Matteo Mocellin

Martedì 15 ottobre sveglia all’alba per far ritorno in Italia. Il tempo per rilassarsi è ancora lontano. Arrivati all’aeroporto di Bergamo io e Gabri (presente anche lui al meeting di Kalymnos) ci fiondiamo a Vicenza dove la sera stessa ci attende nuovamente la presentazione del “NoSiestaSpainTrip.

Il week-end successivo mi ritrovo ancora al volante, destinazione: Arco. Nella giornata di sabato riesco nella salita di Halebop, un 8a+ placcoso e di Bibita Biologica, un 8c molto intenso. Dopo qualche birra, il giorno successivo, si riparte per tornare a Vicenza, concedendomi tuttavia una veloce visita al Covolo dove ho ancora un conto in sospeso con un bel progetto. Purtroppo, nonostante le sensazioni migliori, anche questa volta vengo respinto dalla via, rimandando ad un altro giorno la salita in libera.

sileaGiovedì 24 ottobre, sempre in compagnia di Gabri, mi reco al Silea Sport Center per presentare anche qui il film sul nostro tour spagnolo.

Gli appuntamenti, però, non sono ancora finiti. Infatti questo week-end sono stato impegnato nel Campionato Italiano Lead 2013 a Torino dove ho raggiunto il secondo posto nella classifica finale. Seguirà a breve un post dedicato appositamente a questa gara, perché avrei voglia di dedicarci un po’ di tempo per affrontare alcune considerazioni in merito.

Ora mi attende qualche settimana per concentrarmi sull’allenamento e prepararmi per gli appuntamenti dei mesi di Novembre/Dicembre. Tra questi, il tour esplorativo in Sardegna che mi vedrà impegnato a metà Novembre con il Team La Sportiva nella ricerca di nuovi blocchi e vie da poter scalare. Un viaggio che si preannuncia davvero interessante e ricco di avventura…

One thought on “THE “HOT” SEASON

  1. Pingback: THE “HOT” SEASON | C-Lover

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>